TAG: Bambini, Comunicazione, Pubblicità, Largo consumo, Poster

MOBI - Mondadori Bimbo

Mondadori Retail deve riprogettare lo spazio bambini del Mondadori Multicenter Duomo. Si tratta di un progetto “pilota” integrato che potrebbe essere esportato in altri punti vendita,in fasi successive. Le richieste di Mondadori Retail sono le seguenti:

1. dare una forte connotazione allo spazio, sia in termini di innovazione, sia di contenuti

2. dare una nuova personalità allo spazio, lavorando su una forte immagine di comunicazione, declinabile in molteplici variabili

3. dare nuovi contenuti, con un progetto di didattica e di intrattenimento, che sia di forte coinvolgimento sia per le famiglie che per le scuole

4. creare un punto di riferimento per i bambini e le loro famiglie, offrendo uno spazio attraente, ed in continuo divenire, che offra anche possibilità di intrattenimento “autonomo” per i bambini che visitano lo spazio durante la settimana.

Progetto grafico e allestitivo

Il mondo simbolico che decidiamo di evocare è quello della interattività multimediale, delle “App”, delle icone, dell’ipertesto, con una forte proiezione nel futuro, in quello che sarà il mercato editoriale di domani. Resta la centralità e forte riconoscibilità dello spazio didattico, in cui è importante che convivano armoniosamente vecchi e nuovi media (touch-screen e manipolazione di oggetti). Operiamo affinché la priorità della funzione vendita non venga penalizzata, ma incentivata. Adottiamo un linguaggio di comunicazione meno editoriale e più rivolto ai bambini. Così dall’evoluzione delle icone delle “App” sono nati i Mobi.

Il nuovo spazio bambini del Mondadori Multicenter Duomo è la casa della Tribù dei Mobi, una famiglia di personaggi diversi per forma e colore, ispirati al mondo delle icone e delle “App”, che guidano i visitatori (adulti e bambini) alla scoperta dei molti prodotti e servizi presenti per loro. Questo spazio vuole diventare un punto di riferimento per le famiglie e le scuole, in cui un progetto integrato d’ideazione dello spazio, della comunicazione e delle attività didattiche presenta libri e giochi in modo del tutto nuovo.

I Mobi danno il benvenuto ai visitatori già nel logo, che sarà richiamato anche in altre parti del Multicenter, li guidano attraverso la segnaletica a scegliere prodotti e servizi suddivisi per tipologia e fascia d’età, e li accompagnano nelle attività didattiche studiate per loro nell’isola centrale. I Mobi potranno poi seguire le famiglie e le scuole anche dopo la visita al Multicenter, attraverso strumenti di approfondimento via via sviluppati per loro (guide tematiche, siti dedicati ecc.)

Progetto didattico e multimediale

Il progetto didatttico multimediale, prevede di far lavorare i bambini con un iPad dove potranno realizzare un ibook aiutati da una serie di applicazioni rappresentate graficamente dalla tribù/famiglia dei MOBI, personaggi diversi per forma e colore che accompagnano i bambini nell’attività. Un ibook ideale, tutto loro, da pensare come un vero e proprio libro: dotato di copertina, titolo, autore e contenuto. Ad ogni applicazione quindi corrisponde una parte del libro. Le applicazioni si riuniscono in cartelle/famiglie: titoli (reali e inventati…), personaggi (reali, da inventare, supereroi….) e così per i luoghi, mezzi di trasporto, suoni, profumi, animali.

La rappresentazione grafica attraverso la famiglia dei MOBI aiuterà i bambini a orientarsi tra le varie categorie, così come aiutano i bambini a orientarsi nel punto vendita. Una volta completato il libro, i bambini possono ‘pubblicarlo’ all’interno della community, uno spazio virtuale dove si ‘incontrano’ e si scambiano i loro ibook. Con i loro ibook i bambini possono: scambiarlo con altri bambini visitatori di Mondadori Multicenter di altre città o fiere del libro; stamparlo e completarlo con colori e materiali appositamente selezionati; inviarlo ai loro genitori per e-mail e decidere di stamparlo a casa in un secondo momento; archiviarlo e catalogarlo nella library virtuale; ripescarlo dalla library e aggiornarlo, completarlo, mostrarlo ai nonni in una seconda visita; pubblicarlo su un grande schermo esposto in vetrina; partecipare ad un concorso. Le “App” dei touch screen permettono: il rinnovo costante dei temi (non solo storie ma anche: ricette, guide di viaggio, ricerche scolastiche…); recensire i libri esistenti: tramite una scheda i bambini possono assegnare dei giudizi ai libri in vendita e consigliarli a tutti i visitatori; compilare una scheda autore autobiografica completata dal proprio ritratto da inventare.